.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
Via Totò e Peppino da centrali, la differenza si vede
post pubblicato in Piperita Patty, il 14 giugno 2008


Le pagelle leggetele qui.
E adesso non vorrete incominciare con la stregoneria, eh ?

Tess : ma se vincesse l' Olanda contro la Francia
M : ...
Tess : e poi vincessimo noi contro la Francia
M :...
Tess : e poi vincesse l' Olanda contro la Romania
M : :-D
Tess : Vabbè...



Pipe
Tre goals, due pali, una traversa. Niente male davvero
post pubblicato in Piperita Patty, il 8 giugno 2008


Ho visto quello spettacolo indegno dei nostri, quelli di casa Italia,
mentre giovavano, dice, a pallamano.
Ovviamente, di pallamano non c'era niente, diciamo che cazzeggiavano, và.
Io ci ho giocato per tre anni, nel campionato nazionale di serie C femminile.
E ricordo che il Presidente della mia squadra, il Neapolis, mi prendeva in giro
" che dite, chiediamo un pallone più piccolo per le manine di Teresa ? "
Io giocavo da ala sinistra, anche se in allenamento ero l' unica non mancina a
tirare dall' ala destra e infatti il mio goal più bello, perché impossibile, lo segnai
una domenica che il mister decise ( contro la mia volontà ) che avrei giocato a
destra.
E' tosta la pallamano, perché c'è un gioco velocissimo e molto fisico, dove 
i sei che attaccano diventano i sette che difendono.
E mi ricordo botte da orbi. Date e ricevute. 




A proposito, ieri erano cinquant'anni e non sentirli per Rogers Nelson.
Fategli gli auguri.


When doves cry - Prince


Pipe
Ventuno reti e nemmeno un sarto per chiacchierar
post pubblicato in Piperita Patty, il 17 maggio 2008


La musica è finita, gli amici vanno via.
Facciamo gli auguri all' Inter per lo scudetto. Da parte nostra
gli abbiamo sempre augurato di perdere. Ma ormai è andata.




Pipe

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alex del piero campionato italiano inter calcio

permalink | inviato da makia il 17/5/2008 alle 23:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (35) | Versione per la stampa
Napoli e dintorni : la cultura della violenza ultrà
post pubblicato in I Giornaletti, il 8 maggio 2008


 


Ma come dove ?
Ma su Giornalettismo, no ?


Pipe
From makia to Juventus F.C.
post pubblicato in Piperita Patty, il 23 febbraio 2008


La Direzione di makia prende le distanze dalle dichiarazioni
della dirigenza della Juventus F.C. al termine della partita
Reggina- Juventus.
Laddove la spettabile dirigenza parla di arbitraggio a senso
unico di Dondarini senza metterne in dubbio la buona fede,
noi qui si parla tranquillamente di calciopoli2.
Fanculo, ma con gentilezza e con lo stile Juve che sempre
ci contraddistingue.


Pipe

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calcio pagherete caro pagherete tutto

permalink | inviato da makia il 23/2/2008 alle 23:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sentir parlare e poi non credere
post pubblicato in Preghiera, il 9 febbraio 2008


C'è in giro una brutta arietta intorno a Collina. Si rimesta sul passato, si ripescano i sapienti lavori istruttori proscioglitori di quel cane di Palazzi, si parla di arbitri che rientrano e che dovrebbero restar fuori dalla porta del nuovo calcio delle vecchie storie, si fa il conto di quanto comporti sborsare cinquecentomila lordi l'anno per un designatore unico fondamentalmente esonerabile ed incapace.
C'è Calciopoli 2, non si sa se più una raffinata resa dei conti interna al magna magna arbitrale (il più acceso antiCollina in circolazione si chiama Graziano Cesari e si esibisce sostanzialmente contro dalla tribun d'onore di Controcampo alle curve laterali di ogni privata di capitali e provincia, dalla domenica al lunedi successivo perché chi mena due e più volte mena meglio di chi mena per primo). O una scoperta presa per i fondelli di voi altri allocchi creduloni della Calciopoli madre.
Di tutte 'ste frattaglie.


ricchiuti
La donna e il suo boss
post pubblicato in Preghiera, il 6 febbraio 2008


Alt, fermi tutti. Altro che liste pro-life (sempre sia lodata).
Se quello che si sussurra in fucina delle candidature, la cucina tenuta in basso dell'alta politica, é vero, Moggi (sempre sia lodato) candidato con il partito di Berluskoni per le prossime elezioni al Parlamento, stop, fine delle discussioni, sfumata ogni nebbia, nessuna incertezza tra destra o sinistra, no al dibbattitto no, non ne ho più da darvi perché il mio Si, lo voglio é ovvio, il mio voto è fatto il mio voto è dato. Il mio voto é già dato. Ed è totus suus.
Certo, al di là degli schieramenti di tifo, c'è da sbrigare anche la parte burocratica del discorso, c'é da dare un minimo di contributo in termini di soddisfazione morale (quelle che piacciono a voi) alla dialettica. Insomma, non soldi (fate la carità) ma opere di penna.
Ad esempio, sarebbe opinabile, e per certuni addirittura disdicevole se l'operazione Luciano Moggi onorevole fosse in realtà il camouflage, grazie a quella santa donna, volevo dire, grazie e ancora grazie a quella santa cosa dell'immunità, di un onorevolissimo Luciano Moggi libero (e liberato da quei giudici di Napoli).
Io invece, tra lo stupore generale di chi mi legge, ne convengo, vi dirò che opinabile, immorale, illecito, inqualificabile ed inqualificabilmente opinabile, immorale, illecito e disdicevole non lo é affatto.
E perché mai ? Per me fa bene se vuole scampare la giustizia italiana, della quale non mi fido affatto, figurarsi la longa manus della Procura di Napoli che ce l'ho al fianco (e nel ricordo). Non mi dispiacerebbe affatto, a dirvela tutta, a d onor del mio vero, se qualcuno se ne scampasse e liberi, se qualcuno dei miei protetti finalmente la sfangasse e non fossi costretto come spesso m'è successo a vincer l'orazione e a perdere il mio mascalzone. Se quello che si vocifera nella cucina bassa della politica così tanto tenuta in alto (e speriamo che con l'immunità non torni più a terra) è vero, ben venga, per Luciano Moggi, il mio contributo all'evasione.
Nel caso, come dicevo, l'alto fosse davvero così in alto da non toccare più il vostro basso, il vostro fango, il vostro mondo, ebbé, allora, sparato un salve, caricato il cannone, non torneremo più.




ricchiuti
Questi inglesi. Sono ventidue anni e ancora non si sono rassegnati
post pubblicato in Piperita Patty, il 6 febbraio 2008


E' passato molto tempo da quell' evento e la storia non può tornare indietro.
Ora, da qui a vederci, il Sun, un pentimento, scusate ma quando è troppo
è troppo. Non ero d' accordo, come il 66,8% degli argentini intervistati sulle
presunte scuse del Pibe.
E infatti non era vero, colpa di chi ha tradotto.
Quella era la mano de Dios. E non scherzate.




Piperita Patty
Nessun pianga
post pubblicato in Preghiera, il 3 febbraio 2008




Vedove ?
Roberto Mancini, uno che non vince neanche quando vince, uno che non saprebbe vincere neanche se vincesse sul serio qualcosa di serio e di vero, ha dichiarato, dopo l'astuto silenzio stampa della vox populi chiusa nello spogliatoio, che a parlare e scrivere contro di lui e la Beneamata (da chi ? bene amato lui dico)sono le "vedove".
Ovviamente, le vedove dell'ancien regime, il mai troppo rimpianto ed espiantato moggismo. Oddio, in altri tempi, altre stagioni e con altri uomini (Moratti può
provare a chiedere piccozza al suo amico Ginostrada) la si risolveva da uomini con l'incombente esule in Messico e bon, ma questa é l'Inter, non a caso Moratti (che pur vorrebbe la pacificazione-ti piacerebbe eh ? tiè) con il "Mai in nessun caso un mancato rigore aveva suscitato tanto" come se il '98 di Ronaldo l'avessero girato in Argentina, gli tien spalla e bordone, siamo pur sempre nello stalinismo degli imbecilli.
Ora. Che non vi apparva scandalo, ma il triste non amato, il prode mai amato Mancini non ha tutti i torti. E' vero che le vedove (bianco) nere dell'amato fu Moggi esistono eccome.
Io ad esempio me ne ritengo una tale. E gufo il Biscione da mane a sera. Sparlando, avvelenando, tifando la verità da vedovella si, ma di serie B.
Ma tuttavia l'accusa del Mancio cretino resta indicibile e grave. Perché, attenzione, é questo il punto. Dov'erano e dove sarebbero ora come allora i moggiani, in periferia semmai, giammai di categoria.
Accusare la stampa italiana e nella fattispecie quel sotto genere di sotto stampa italiana della sotto stampa sportiva di conservare perniciose nostalgie per l'epoca d'oro è accusa ingrata, ingenerosa, politicamente sbagliata. Come si permette, par di sentir nelle redazioni, costui, 'sto miracolato che al momento dei fatti stava pure per esser cacciato, di accusare noi altri di tigna vedovile quando non una riga a favore del Boss, noi Cupola, scrivemmo. Non una sola. Non un dubbio. Non uno sputo al cielo, ma mille bottiglie stappammo, per Moggi come per Tortora.
Immaginiamo lo sgomento autentico dei nostri ex capi bastone. Ve lo figurate voi un Candido alla Rosea post stranguglione piangere sul leccaculismo inutilmente versato ?
Le lacrime che ora fai, Mancio, versare da chi ieri poteva e domani potrà ti saranno fatali.
Nessuna lacrima, nessuna vedova quando verrà la tua di ora.

Nessun revisionismo, rimpiangendoti, ti reimpianterà.


ricchiuti


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calcio inter roberto mancini

permalink | inviato da makia il 3/2/2008 alle 17:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
Magamoggiò
post pubblicato in Preghiera, il 26 gennaio 2008




Ma come ? Ne aveva parlato persino la Striscia, dei rapporti a proposito di nani e ballerine, volevo dire maghi e assegni ballerini, sanzionati dalla Procura di Potenza, non quella, un'altra ed anche questa come l'altra incompetente, tra il Figliol prodigo di soldi e Clara (la) Bella.
E non la Gazzetta dello Sport. Moratti foraggiava la Casa dell'Anziano, forse pensando a Facchetti morto tacendo in tempo tra le sue braccia, o forse era la Cassa dell'Anziano, e quella è per Mihailovic,
e nessuno ne sapeva niente.Forse perché il progetto non è mai decollato (e sfido io, Facchetti è morto e Sinisa riposa in pace in panca).
Ma poi le cose che si leggono in materia.
Una donna francamente bizzarra, che usava a sua volta Sven Goran Eriksson come talismano evidentemente, conservandone ancora un assegno sicuramente coperto.
Un po' come Mancini con quelli delle quote della Gea.
"Le sue pratiche esoteriche, fra candele accese, talismani e riti «magici» venivano eseguite a fronte del pagamento di compensi fra i 3 e i 5.000 euro".
Molto meno per dire di un'altra vecchia fattucchiera come Guido Rossi.
Allontanava il dolore dotata di poteri soprannaturali, e ne aveva ben donde di lavorare sopra la natura di una squadra come l'Inter, intervenendo magicamente, e se non è magia Calciopoli, nel successo di chi la pagava, ed ora la chiamano truffa aggravata, è Calciopoli praticamente, mentre ieri la stessa cosa con lo stesso pagante la chiamavano Calciopoli.
C'è pure un lungo elenco di persone che giura di essere stato letteralmente "salvato", come vedete torna tutto. L'Anziano, l'evasione fiscale, Moratti, la truffa salvifica. La natura fiduciosa degli onesti.
La natura di Moratti. Come e cosa Moratti cre(d)a. Persino "le indagini partite nel maggio 2006", persino. Nessuno che intercettasse poi l'ovvio commento.
Ma come ?
Moratti consultava le maghe prima di una partita.
Ma non si era detto che consultare un mago come Moggi era reato ?

Vabbè che c'entra Moggi, mi direte assolvendo la clamorosa buca della Rosea, quella è una maga, Moggi era scienza.


ricchiuti

Sfoglia maggio        luglio
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv