.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
A proposito di balletti
post pubblicato in Sono un gangster, il 3 maggio 2010


 

Mo' non è che vogliamo cominciare la polemica sul fatto
che i leghisti non saranno presenti sul palco per il 150esimo
dell' unità d'Italia vero?
Calderoli non viene? Ecchissenefrega, scusate. Si potrebbe
addirittura festeggiare due volte, per me.



Teresa
Fra un po' cominceranno a bruciare libri
post pubblicato in Sono un gangster, il 25 marzo 2010




"Possiamo capire che alcune leggi erano inutili o necessitavano di essere aggiornate
secondo direttive comunitari.Quello che è meno comprensibile è questo atteggiamento
da Ventennio, quando venivano bruciate le leggi. Un vero passo indietro nella storia
!".

Sindacato dei Vigili del Fuoco costretti a fare la spola per spegnere il falò di Calderoli.



Teresa
Quel crocifisso un po' così
post pubblicato in Sono un gangster, il 9 dicembre 2009




Non è passato nemmeno un mese da quando stavano raccogliendo
in giro le firme contro la sentenza della Corte europea di Strasburgo
che vietava l' affissione dei crocifissi nelle aule scolastiche.Non è passata
nemmeno una settimana dalla richiesta di inserire la croce sulla bandiera
( la stessa con cui ci si puliscono il culo ogni giorno ).
Ora, c'è qualcuno tra voi, a parte il crocifisso, ovviamente, che abbia voglia
di salvarlo "dal rogo" a Calderoli ?


Teresa
Solidi
post pubblicato in Sono un gangster, il 23 novembre 2009




A parte gli stronzi che volano da tutte le parti, le minacce dei finiani
sulla fiducia a Cosentino, i cecchini sui tetti delle redazioni dei famigli,
le botte da orbi in ogni Consiglio dei Ministri, la scissione già in atto in
Sicilia, il fatto grave che tutto questo avvenga all' interno dello stesso
partito, perché poi se ci mettiamo i problemi della coalizione non ne
usciamo proprio più, ecco dicevo, a parte tutto questo, il Paese è solido.



Teresa
" Voglio la busta paga federale: più grassa al Nord perché la vita costa di più "
post pubblicato in Sono un gangster, il 5 giugno 2009




Noemi?, E' bruttina e napoletana. Silvio torni ad Arcore, in Brianza.
Lasci un po' Napoli ai napoletani e alle napoletane. Basta con Napoli.
Berlusconi è un cognome brianzolo.
  ( Roberto Calderoli )

Ora io non mi formalizzerei sul fatto che Noemi possa essere considerata
bruttina da un ministro. Nei fatti non lo è, anche se photoshoppata, abbellita
eccetera. A tratti potrebbe essere addirittura nordica, chessò, tipo le figlie
del premier. Ma tant'è.
Quello che mette tristezza è quest'uomo nella foto che dopo aver trascorso più
di quarant'anni a costruirsi il suo feudo terrone ora deve chiamare papi il primo
Calderoli che passa.



Teresa
Cripes !
post pubblicato in Sono un gangster, il 3 maggio 2008




Ognuno ha le sue rogne.





Nella foto piccola il nuovo ambasciatore del made in Italy nel mondo.



Teresa
Adesso sappiamo che esiste un Calderoli buono ed uno cattivo. Il buono è andato in onda sul settimanale femminile che vi regalano in profumeria. Esatto, lo stesso dove scrive F.F.
post pubblicato in Sono un gangster, il 6 dicembre 2007


"Se mi sono mai pentito di aver detto o fatto qualcosa? Sì, quando indossai la maglietta anti-Islam. Quella è stata la notte più brutta della mia vita. Ho pregato disperatamente chiedendo di poter rimediare, limitare i danni. Quella notte ho capito che la mia buona fede non può assolvermi. Il vero Calderoli  è quello buono. La politica è teatro. Quando si alza il sipario io faccio la mia parte. Nessuno chiederebbe mai a un attore se lui è il personaggio che interpreta, vero? Con i miei avversari politici, capita che fumiamo insieme in un'area abusiva dietro l'aula del Senato. È come essere in un camerino dopo lo spettacolo. Lì si dice la verità, si guardano le cose per come sono, ci si ascolta. Si trovano intese e soluzioni. Non mi piaccio, ma qualcuno il lavoro sporco lo deve fare. Per esempio non sono xenofobo, ma dico cose xenofobe".

Ecco, a noi era venuto il dubbio, che per capirci qualcosa dovevamo origliare nei bagni del Parlamento.
Io comunque non mi fido. Sarebbe un po' come credere ai Servizi Segreti americani.
Sì, gli stessi che hanno fatto quel casino in Iraq.




Teresa

Sfoglia aprile       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv