.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
Non ha una seconda opzione
post pubblicato in Sono un gangster, il 14 maggio 2010


 

"Il governo ci ha detto che le regioni con il deficit sanitario dovranno
aumentare le tasse fino al ripianamento del deficit stesso".

Però come terza opzione potrebbe dimettersi. Io non la scarterei a priori, ma
sono sicura che i campani che l'hanno votato sapranno ingoiare anche questo.




Teresa
Fine dell' era Bassolino
post pubblicato in Sono un gangster, il 31 marzo 2010




L'avevamo messo in conto in tempi non sospetti e non è l'alternanza
che può spaventare, ma il fatto che il nuovo che avanza abbia i volti
di Cosentino, di De Mita, di Sandra Mastella del condannato Conte e
della Mussolini. E se voi ci vedete il cambiamento siete dei maghi.



Teresa
I furbetti del nucleare
post pubblicato in Sono un gangster, il 11 febbraio 2010


 

"A giudicare da quanto dicono i tecnici pare che la nostra non sia una delle regioni
in possesso delle condizioni per la realizzazione di qualche centrale
". Così si esprime
il candidato alla Presidenza della Regione Campania, Stefano Caldoro. Vivido esempio
di persona che mente a scopo esclusivamente elettorale. La questione atomo, si sa, è
materia scottante sotto elezioni perché c'è una fascia di cittadini, assolutamente trasversali
in quanto a colore politico per i quali vale la tecnica del NIMBY.Ma il rischio per la Campania 
non è rappresentato dalla ubicazione di nuove centrali (se si escludono quelle di Borgo
Sabotino, nel Sud Pontino, a pochi chilometri dalla provincia di Caserta, e l’altra che
indicano gli ambientalisti nella piana del Sele) bensì dal deposito nazionale di scorie sul Garigliano, al posto dell’impianto realizzato tra il 1960 ed il 1963 dalla General Electric che,
nella sua storia, ha fatto registrare diciotto incidenti di rilievo, tra cui quello del 1980, che
provocò la fuoriuscita di Cesio-137 e Cobalto-60. Nel 1981 l’Enel decise di non riavviare
più l’impianto. Ma è stato calcolato che presso la centrale ci sono ancora circa 2500 metri
cubi di scorie radioattive stoccate. Allora Caldoro non faccia il furbo, non ha lo spessore
per poter mettere le mani avanti come già fatto da Roberto Formigoni per la Lombardia
che arriva quasi all'autosufficienza energetica. Caldoro esattamente come la Polverini,
Luca Zaia (e il suo federalismo del menga) stanno a rosicà sulle leggi regionali contro il nucleare,non sono favorevoli all'atomo epperò non sono nemmeno contro.
Praticamente non sono un cazzo.


Teresa

Sfoglia aprile       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv