Blog: http://makia.ilcannocchiale.it

Il silenzio degli innocenti

 

E infatti parlo io che non lo sono. Come altrimenti si potrebbe chiamare la scomparsa della politica interna dalle com di sinistra?
Ha detto bene Berlusconi, lui vabbè dice quasi tutto bene, che preferisce non infierire perchè capisce bene avendola provata l'angoscia di chi deve governare. Poi magari pensa l'opposto ed è tutta tattica e gode come un riccio. Ma va detto così.
E io cerco di adeguarmi al trend. Capisco bene anch'io l'angoscia di chi avendo votato questa mescola di ideologie, culture e programmi diversi resta senza parole e senza argomenti di fronte allo sfacelo.
Sì ma io non sono Berlusconi e nessuno mi obbliga a fare il signore comprensivo.Almeno un ve l'avevamo detto bisogna dirlo: un rancore condiviso non fa una coalizione di governo come 280 pagine omnicomprensive di esigenze opposte non fanno un programma.
Giri per le strade, entri negli uffici e trovi due tipi umani diversi. Uno parla di politica e quelli sono dei nostri, l'altro tace...parla di calcio, di ferie, di ricette o al massimo di Somalia e di Venezuela.
Sono casi umani.
" Lei ha votato sinistra vero, che mi dice del governo?"
Non sono così sadica.
Però teniamo le distanze. Il GianniGuelfi nel suo blog ha buttato giù la carta del sentimento, è tutto inni nazionali cantati da tenere bambine, bandiere tricolori e valori di patria condivisi. Un bel passo avanti rispetto a quando, non più di 30 anni fa, i compagni passavano le armi gelosamente custodite ai simpatici ragazzi delle Br.
Ora invece sono con noi su valori che conosciamo bene. Gli manca solo l'intelligenza ma c'è rimedio anche a quello. Secondo le filosofie orientali la pratica quotidiana della sodomia regala a chi la subisce qualità intellettive superiori. Buon divertimento.
Ci sentiamo fra altri 30 anni, se vi bastano.

Pubblicato il 12/1/2007 alle 11.32 nella rubrica I post di Angela.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web